Le porte di Marrakech

I giardini di Menara
maggio 25, 2019
Giardino Majorelle
maggio 25, 2019

Precedentemente serve da ingresso a Medina, i dieci ingressi in piedi tra le mura sono intitolati con il nome arabo “Bab” in un modo molto attraente. La maggior parte di queste porte ha valori motivazionali per altre città all’interno del regno. E alcuni di loro sono come segue;

Bab Agnou – questo significa “la porta degli arieti senza corna”. Prende il nome dalle due torri che la sostengono. Inizialmente, è stato eretto con la pietra di Gueliz che ha una tonalità grigio-blu, ma attualmente, è di aspetto rosso a causa dell’influenza del vento che spruzza la sabbia dal deserto. Bab Agnou è la porta principale della Kasbah.
Bab Er-Robb – è noto come il succo d’uva e ha un aspetto ocra rosso. Serve come il percorso per la gestione delle bevande alcoliche.
Bab El-khemis – ha un design simile a quelli trovati in Andalusia e serve come ingresso al bazar che si svolge il giovedì, come suggerisce il nome.
Bab Aylen – l’angolo unico di questa porta lo rende eccezionale e detiene il titolo del popolo berbero. Si crede che gli almoravidi abbiano costruito questo ingresso.
Bab El-Jdid – questa è la porta più trafficata di Medina poiché è costruita tra il famoso palazzo di Mamounia e la strada di Hivernage.
Bab Doukkala – questa porta, in particolare, è affascinante perché poggia contro due torri di forma quadrata accanto al parco degli autobus. È l’ingresso principale nella parte settentrionale di Medina.
Bab Debbagh – conduce al distretto conciario. La porta è fatta con cinque gomiti cerchiati e date dal periodo di Almoravid.

WhatsApp chat